Eredità e polizza vita: cosa può fare l'erede?

Molti conflitti sorgono in tema di eredità e polizza vita.

Uno dei conflitto che ricorre in tema di eredità e polizza vita riguarda il fatto che il beneficiario è indicato in una persona che non ha alcun diritto successorio.

Un’altra situazione di conflitto in tema di eredità e polizza vita è determinata dal fatto che l’entità dell’indenizzo spettante a più beneficiari di polizza (generalmente espressa in percentuale) può non essere conforme alla quote spettanti agli eredi.

In effetti, ai sensi dell’art. 1920 Cod. Civ., la disciplina della polizza vita è sottratta alle regole successorie.

Il beneficiario della polizza vita  acquista il diritto all’indennità iure proprio (ossia per diritto proprio) in forza  di un contratto stipulato in vita dal de cuius.

Sicché il patrimonio ereditario non può comprendere l’indennizzo assicurativo liquidato per la polizza vita al beneficiario.

Eredità e polizza vita: cosa può fare l’erede legittimario?

I premi (o il premio se trattasi di una somma unica) versati dall’assicurato per la polizza vita costituiscono donazioni e, in quanto tali, devono essere computati nella massa ereditaria.

In pratica, se pure l’indennizzo della polizza vita non rientra nel patrimonio ereditario, il premio (o i premi) versato dall’assicurato invece soggiace alle regole successorie.

In tema di assicurazione sulla vita a favore di un terzo (che ben può essere anche un erede), infatti, sono fatte salve le norme sulla riduzione e collazione in relazione proprio ai premi pagati dal contraente ai sensi e per gli effetti dell’art. 1923, comma 2, Cod. Civ. (a conferma cfr. Cass. Civ. Sez. II, Ord. del 22-10-2019, n. 26873).

Lo Studio Legale Lambrate informa…

Lo Studio Legale Lambrate informa che sta già operando su casi aventi ad oggetto le polizze vita per il caso morte ed è, quindi, a disposizione per  una preliminare valutazione della fondatezza delle Vostre pretese.

Ciò posto,  lo Studio Legale Lambrate invita tutti coloro che ritengano di aver subito pregiudizio a rivolgere la loro richiesta all’indirizzo e-mail info@studiolegalelambrate.it o al numero di telefono 02.39562550.

Le richieste verranno esaminate dagli Avvocati, che forniranno riscontro nel più breve tempo possibile.

RICHIEDI CONSULENZA
Richiedi una consulenza e un preventivo personalizzato senza impegno, contattando il numero

+39 02 39562550