Il posizionamento del motore del condizionatore sulla facciata dell’edificio condominiale

        Condizionatore sì o condizionatore no: questo è il dilemma…

      Con l’avvicinarsi della stagione calda, molte persone si orientano per l’installazione dell’impianto di aria condizionata, che comporta il posizionamento del motore del condizionatore all’esterno del proprio immobile.

     Sicché possono nascere delle vere e proprie “guerre condominiali”, laddove questo motore vada ad insistere proprio sulla facciata interna o esterna dell’edificio.

     E’ necessaria l’autorizzazione dell’Assemblea condominiale per posizionare il motore del condizionatore sull’edificio?

     In materia, la Giurisprudenza, sia di merito che di legittimità, riconduce la questione all’art. 1102 Cod. Civ. e non  all’art. 1120 Cod. Civ.

     Pertanto, ciascun condomino è libero di servirsi della cosa comune, anche per fine esclusivamente proprio, purché non alteri la destinazione e il decoro della cosa comune e consenta un uso paritetico agli altri condomini. Tanto ovviamente a proprie spese.

     A differenza delle innovazioni di cui all’art. 1120 Cod. Civ., per l’installazione del motore del condizionatore non è necessaria l’autorizzazione dell’Assemblea dei Condomini.

     La Suprema Corte, con ordinanza del 4 maggio 2015 n. 8857, ha addirittura valutato positivamente il caso del posizionamento di una macchina moto-condensante negli spazi comuni, con un tubo di scolo dell’acqua a vista, terminante in una vaschetta nascosta da una fioriera.

     Quali sono i limiti per il posizionamento del motore del condizionatore?

     Per posizionare il motore del condizionatore sulla facciata di un edificio bisogna rispettare i limiti imposti dall’art. 1102 Cod. Civ. e in particolare, il posizionamento:

1) deve consentire un uso paritetico anche agli altri condomini;

2) non deve intralciare o limitare o escludere il godimento della cosa comune agli altri Condomini;

3) non deve ledere il decoro del Condominio.

     Il rumore del motore del condizionatore può creare turbativa?

     Anzitutto, occorre segnalare che  per contestare una turbativa di tal tipo occorre prima che questa si sia verificata, non sia tollerabile e sia dimostrabile.

     Ci sono oggi in commercio impianti di condizionamento molto silenziosi, il cui rumore è del tutto tollerabile.

     Il Consiglio dell’Avvocato

     Lo Studio Legale Lambrate consiglia in ogni caso di esercitare il proprio diritto in un clima pacifico, senza creare a priori conflitti di sorta.

     Pertanto, bisognerebbe prospettare al Condominio la necessità di posizionamento del macchinario, illustrando il diritto a posizionare il condizionatore nel punto prescelto.

          Vedi anche:

Pavimento bagnato e scivoloso nel Condominio

C’è un risarcimento in caso di furto per il tramite di impalcature o ponteggi?

RESPONSABILITà PER DANNI DA INFILTRAZIONI D’ACQUA DEL TERRAZZO CONDOMINIALE

RICHIEDI CONSULENZA
Richiedi una consulenza e un preventivo personalizzato senza impegno, contattando il numero

+39 02 39562550